Soluzioni

Analisi del comportamento degli utenti

Per portare traffico su un sito web ci possono essere svariate tecniche. Una di queste è la SEO, serie di tecniche volte a portare visite qualificate. Dopo che i visitatori sono arrivati sul sito, è necessario che lo navighino, che trovino ciò che stavano cercando e che, soprattutto, convertano.

Le attività di Ottimizzazione del Tasso di Conversione (Conversion Rate Optimization) sono delle tecniche tramite le quali viene analizzato il comportamento degli utenti, le loro abitudini di navigazione ma soprattutto viene analizzato in quanto tempo essi riescono a compiere la conversione e, successivamente, se convertono seguendo l’iter di navigazione canonico e strutturato che si è congeniato.

Con l’analisi del comportamento degli utenti è quindi possibile:

  • verificare se l’intera architettura dell’informazione di un sito è strutturata in modo intelligente
  • validare se gli elementi grafici permettono o meno di invogliare l’utente alla navigazione
  • controllare se sul sito avvengono le azioni chiave individuate nel percorso di conversione

Le aree di intervento di CRO quindi sono molteplici, in particolare sono molto utilizzate quando si tratta di ristrutturare piattaforme e-commerce che non portano sufficienti vendite.

La Conversion Rate Optimization serve a:

  • conoscere potenzialità e nuove opportunità di sviluppo del proprio sito web
  • segmentare gli utenti, in modo da capire di quanto è l’incidenza del tasso di conversione e, in caso di importante tasso di abbandono, dove l’utente abbandona la navigazione e perché
  • comprendere il “sentiero di conversione” capendo dove e grazie a quali contenuti/elementi l’utente si interessa di più tanto a spingerlo a convertire

In base a tale analisi si capirà se gli utenti:

  • hanno incontrato particolari ostacoli alla navigazione
  • sono stati indotti ad abbandonare il sito su pagine chiave
  • hanno convertito in tempi ragionevoli

Workup utilizza Hotjar e Google Analytics per le proprie attività di CRO:

  • con Hotjar si riescono ad analizzare dei video e delle mappe di calore (heatmap) mostranti i percorsi di navigazione degli utenti su determinate pagine di un sito, permettendo di avere una completa analisi “visiva” delle modalità di interazione con i contenuti online
  • con Google Analytics si è in grado di capire percentuali di conversione degli utenti di un sito, i percorsi alla conversione, le pagine più visitate e quelle meno e tanti altri dati utili all’analisi del comportamento online

Vuoi scambiare due chiacchere e conoscere i nostri case history?

Top